Med Focus .it

Correlazioni in Medicina



Impatto sulla popolazione dell’impiego per lungo periodo della Aspirina e rischio di tumore


La US Preventive Services Task Force ha recentemente raccomandato l'uso dell’Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) per prevenire il tumore del colon-retto e le malattie cardiovascolari in molti adulti statunitensi.
Tuttavia, l'associazione tra uso di Aspirina e il rischio di altri tipi di cancro e il potenziale effetto a livello di popolazione dell’uso di Aspirina sul cancro, in particolare nel contesto dello screening, rimangono non-ben definiti.

Sono stati esaminati i potenziali benefici dell’uso di Aspirina per la prevenzione generale e specifica per sottotipo di cancro in una gamma di dosaggi e durata di utilizzo, per stimare il beneficio assoluto della Aspirina nel contesto dello screening.

Due grandi studi americani prospettici di coorte, Nurses' Health Study ( 1980-2010 ) e Health Professionals Follow-up Study ( 1986-2012 ), hanno seguito 135.965 operatori sanitari ( 88.084 donne e 47.881 uomini, rispettivamente ) che hanno riportato l’uso di Aspirina ogni due anni.

Le donne erano di età compresa tra 30 e 55 anni al momento dell'arruolamento nel 1976; gli uomini, di età compresa tra 40 e 75 anni nel 1986.

Il follow-up finale è stato completato nel 2012 per la coorte Nurses' Health Study e nel 2010 per la coorte Health Professionals Follow-up Study. I principali risultati erano i rischi relativi (RR) per i tumori incidenti e il rischio attribuibile alla popolazione (PAR).

Tra 88.084 donne e 47.881 uomini sottoposti a follow-up per 32 anni, sono stati documentati 20.414 tumori tra le donne e 7.571 tumori tra gli uomini.

Rispetto a un uso non-regolare, l'uso regolare di Aspirina è risultato associato a un minor rischio di cancro generale ( RR=0.97 ), che era in primo luogo dovuto a una minore incidenza di tumori del tratto gastrointestinale ( RR=0.85 ), in particolare di tumori colorettali ( RR=0.81 ).

Il vantaggio dell’Aspirina nei tumori del tratto gastrointestinale è apparso evidente con l'uso di almeno 0.5 fino a 1.5 compresse di Aspirina normali a settimana; la durata minima di un utilizzo regolare associato a un rischio più basso è stata di 6 anni.

Tra gli individui di età superiore a 50 anni, l'uso regolare di Aspirina potrebbe prevenire 33 tumori colorettali per 100.000 anni-persona ( PAR, 17.0% ) tra coloro che non avevano subito una endoscopia inferiore e 18 tumori del colon-retto per 100.000 anni-persona ( PAR, 8.5% ) tra coloro che l’avevano subita.

L’uso regolare di Aspirina non è stato associato a rischio di tumore alla mammella, alla prostata avanzato, o ai polmoni.

In conclusione, l'impiego di Aspirina per lungo periodo è risultato associato a un rischio modesto, ma significativamente ridotto, di cancro in generale e di tumori del tratto gastrointestinale in particolare.
L'uso regolare di Aspirina può prevenire una parte sostanziale dei tumori colorettali e integrare i benefici dello screening. ( Xagena2016 )

Cao Y et al, JAMA Oncol 2016; 2: 762-769

Onco2016 Farma2016

Altri articoli