Med Focus .it

Correlazioni in Medicina



N-Acetilcisteina aggiunta a Risperidone nel trattamento dei disturbi autistici


Uno studio ha esaminato l'efficacia e la sicurezza di N-Acetilcisteina ( NAC; Acetilcisteina ) per il trattamento dell’irritabilità in bambini e adolescenti con disturbi dello spettro autistico.

40 bambini e adolescenti hanno soddisfatto i criteri diagnostici per i disturbi dello spettro autistico secondo il DSM-IV.
Sono stati assegnati in modo casuale a N-Acetilcisteina ( 1200 mg/giorno ) più Risperidone oppure a placebo + Risperidone.
N-Acetilcisteina e placebo sono stati somministrati in forma di compressa effervescente e in due dosi separate per 8 settimane.

Il punteggio sulla sottoscala di irritabilità della Aberrant Behavior Checklist ( ABC ) è stato considerato come la principale misura di esito.

Il punteggio medio di irritabilità nel gruppo N-Acetilcisteina più Risperidone e nel gruppo placebo più Risperidone al basale era, rispettivamente, di 13.2 e 16.7.

I punteggi dopo 8 settimane sono stati, rispettivamente, 9.7 e 15.1.
ANOVA per misurazioni ripetute ha mostrato una differenza significativa tra i due gruppi dopo 8 settimane.

Gli effetti avversi più comuni nel gruppo N-Acetilcisteina più Risperidone sono stati stipsi ( 16.1% ), aumento dell'appetito ( 16.1% ), affaticamento ( 12.9% ), nervosismo ( 12.9% ) e sonnolenza diurna ( 12.9% ).
Non c'è stato nessun evento fatale.

In conclusione, Risperidone più N-Acetilcisteina ha diminuito l’irritabilità nei bambini e negli adolescenti con disturbi dello spettro autistico, in misura maggiore rispetto a Risperidone e placebo.
Tuttavia, non ha modificato i sintomi principali dell'autismo.
Gli effetti avversi non sono stati comuni e la N-Acetilcisteina è stata generalmente ben tollerata. ( Xagena2013 )

Ghanizadeh A, Moghimi-Sarani E, BMC Psychiatry 2013; 13: 196

Psyche2013 Farma2013

Altri articoli